Smartphone apps per la valutazione funzionale – parte 2

Data:

21/10/2020

Indice degli argomenti

Nell’articolo precedente abbiamo trattato le smartphone apps nel contesto di valutazione funzionale dell’atleta, mettendo in risalto gli ambiti in cui queste potrebbero tornare utili all’operatore. 

Nell’articolo di oggi continueremo su questa falsariga. Quindi, parleremo ancora di valutazione ma cambiando ambito: analizzeremo le smartphone apps utili alla valutazione della velocità, dell’agilità e dell’equilibrio.

APPS PER LA VALUTAZIONE DELLO SPRINT E DELLA CODA

La velocità di sprint, l’output di potenza, la decelerazione con la successiva accelerazione (che insieme costituiscono la cosiddetta CODA, Change Of Direction Ability), sono delle variabili prestative chiave in molte attività sportive. Come abbiamo già visto nella parte 1 di questa serie di articoli, l’intero spettro della forza lineare, della velocità e dell’output di potenza delle capacità di ciascun atleta può essere descritto e studiato analizzando le relazioni forza-velocità e potenza-velocità.

L’analisi dell’abilità di sprint è stata tradizionalmente condotta utilizzando metodi di riferimento come quelli che valutano lo spostamento del corridore o la sua velocità (tramite radar e sistemi laser) come una funzione del tempo.

Ad ogni modo, queste variabili meccaniche della performance sono solitamente misurate con strumenti considerevolmente più costosi e complessi (come piattaforme di forza o specifici tapis-roulant). Pertanto, la possibilità per molti allenatori e/o società sportive di valutare la cinetica dello sprint diventa poco pratica e rimane esclusivamente alla portata di laboratori di ricerca o di centri altamente specializzati.

Così, per analizzare questi fattori meccanici, sono state sviluppate anche in questo campo alcune smartphone apps che permettono all’operatore di indagare sulle qualità appena descritte. Tra queste, ne descriveremo principalmente due: MySprint e CODTimer.

MySprint

L’applicazione in questione sfrutta, anche in questo caso, l’alta velocità di acquisizione dei fotogrammi (240fps, dall’iPhone 6 in poi o anche nei più recenti modelli di iPad Air) ed è appunto pensata per il sistema operativo iOs. MySprint è stata principalmente ideata per la valutazione dello sprint sui 40 metri, con un costo minore rispetto alle fotocellule o ai radar (il cui costo si aggira intorno ai 3.400 euro).

Per rilevare il video di ciascuno sprint, l’iPhone o iPad deve essere montato su un treppiede, in modo da filmare lo sprint di lato, a 18 metri dal punto di mezzo (20 metri) del tracciato. L’inizio dello sprint viene selezionato sull’app come quel frame in cui il pollice di una mano lascia il suolo mentre successivamente si selezioneranno i frames in cui la pelvi del soggetto “passa” in 7 diversi markers disposti lungo il tracciato (a 0, 5, 10, 15, 20, 25 e 30 metri).

Con questi dati a disposizione, l’applicazione calcola automaticamente i tempi parziali in millisecondi e le caratteristiche meccaniche dello sprint attraverso delle equazioni matematiche. L’applicazione si è dimostrata, per il calcolo del tempo di sprint, essere valida e affidabile se messa in riferimento ai sistemi di fotocellule.

La principale limitazione di questa applicazione risiede nel fatto che la metodologia utilizzata dall’app MySprint per valutare la performance di sprint si basa sulla selezione manuale, da parte dell’operatore, dei frames in cui l’atleta passa per i differenti markers, rendendo il processo di misurazione soggettivo ed esponendolo a possibili errori proprio da parte di chi utilizza l’app.

CODTimer

La velocità del cambio di direzione (CODS, Change Of Direction Speed) è una componente fondamentale della performance sportiva ed è stata ben documentata in molti sport, tanto che nel corso degli anni sono state sviluppate diverse batterie di test al fine di meglio indagare su questa abilità.

Anche in questo caso, come lo è per la valutazione della velocità, le strumentazioni più utilizzate sono rappresentate da dispositivi di cronometraggio elettronici (considerati spesso come il gold standard), fotocellule ad infrarossi e dalle pistole laser. Pertanto, ci troviamo di fronte allo stesso problema: elevato costo, bassa accessibilità da parte degli operatori.

Nasce così l’app CODTimer, proprio con l’intento di rappresentare un’alternativa tascabile, valida e alla portata di tutti, per valutare la CODS. Lo studio condotto nel 2019 dal gruppo di ricerca di Balsalobre-Fernández C. ha messo in relazione i risultati ottenuti con l’app con quelli provenienti da un sistema basato sulle fotocellule (Witty gate, Microgate, Bolzano, Italy), usato appunto come sistema di riferimento.

Grazie a questo studio, condotto sul 5+5 Test, l’utilizzo dell’app CODTimer si è dimostrato affidabile per la misurazione del tempo totale durante questa metodica di valutazione. Inoltre, è stato anche visto come l’app si sia dimostrata capace di rilevare le asimmetrie tra gli arti, sebbene con piccole differenze non-significative in rapporto ai sistemi di fotocellule. 

E su tutti gli altri test di CODA è valida? Per saperlo, non ci resta che aspettare che nuovi studi al riguardo vengano condotti.

APPS PER LA VALUTAZIONE DELL’EQUILIBRIO

Le smartphone apps stanno continuando a proliferare nel campo della valutazione funzionale, e il fatto che ne esistano alcune anche in ambito di controllo posturale lo dimostra. 

L’ottenimento di una valida e affidabile valutazione della capacità d’equilibrio di un soggetto è stato spesso raggiunto attraverso l’utilizzo di piattaforme di forza, sistemi di motion capture, sensori del Microsoft Kinect (Microsoft) e della Wii Balance Board (Nintendo), così come anche la posturografia dinamica.

Tuttavia, sebbene le soluzioni offerte dalla Microsoft e dalla Nintendo siano, a livello economico, maggiormente accessibili rispetto alle altre strumentazioni, gli operatori continuano a sostenere l’esigenza di avere tra le mani una batteria di test per l’equilibrio che sia oggettiva e facile da somministrare. Nasce con questo intento l’app K-D Balance. Può tornarci utile? Scopriamolo.

K-D Balance

La King-Devick (K-D) Balance application (app), è stata sviluppata proprio per fornire uno score oggettivo della capacità d’equilibrio di un soggetto, a portata di mano. L’applicazione permette di valutare l’equilibrio posizionando il device all’altezza dello sterno con un apposito supporto.

valutazione posturale con app

Al fine di accedere alla valutazione della capacità d’equilibrio del soggetto, monitorata in tre posizioni (piedi paralleli, piede destro subito avanti al sinistro e viceversa), è necessario registrarsi in piattaforma versando una piccola quota. Prima di accedere però, vediamo se ne vale la pena!

Il recente studio condotto dal gruppo di ricerca di Krause D. A. et al. (2020) non è stato in grado di fornire un punteggio di cutoff per il quale l’app riesca a segnalare l’anormalità di un punteggio durante un test. Questo risultato incoclusivo è stato attribuito, da parte degli autori, alla non-inclusione nel campione d’indagine di soggetti con note alterazioni dell’equilibrio. 

schermate kd balance

Infatti, tutti i partecipanti a questo studio erano soggetti sani, che non avevano mai rilevato significative concussioni o alterazioni dell’equilibrio. Inoltre, i test d’equilibrio sono stati condotti su di una superficie solida, che di certo non ha aiutato a sollecitare la stabilità posturale in questa popolazione di soggetti.

Anche in questo caso, non ci resta che aspettare la conduzione di nuovi studi al riguardo.

Così, per adesso, non ci resta che goderci l’evoluzione delle smartphone apps nel settore delle Scienze Motorie.

Conflitto di interesse. L’autore dell’articolo dichiara di non avere nessun conflitto di interesse.

Gabriele Dipasquale
Note sull’autore
Articolista Training Lab Italia
Laurea in Scienze Motorie e Sportive (L-22) – Università degli studi dell’Aquila
Laurea Magistrale in Scienza e Tecnica dello Sport (LM-68) – Università degli studi dell’Aquila
Certificazione Self Myofascial Release Training Lab Italia
Certificazione Personal Trainer For Health 2019 – Training Lab Italia
Certificazione Strength and Conditioning 2020 (Buzzichelli Edition) – Training Lab Italia
Coordinatore Tecnico del progetto University Lab

Quali sono i prossimi corsi super-pratici di Training Lab Italia? Proprio questi qui!

Bibliografia

  • Romero-Franco, N., Jiménez-Reyes, P., Castaño-Zambudio, A., Capelo-Ramírez, F., Rodríguez-Juan, J. J., González-Hernández, J., … & Balsalobre-Fernández, C. (2017). Sprint performance and mechanical outputs computed with an iPhone app: Comparison with existing reference methods. European journal of sport science, 17(4), 386-392
  • Balsalobre-Fernández, C., Bishop, C., Beltrán-Garrido, J. V., Cecilia Gallego, P., Cuenca-Amigó, A., Romero-Rodríguez, D., & Madruga-Parera, M. (2019). The validity and reliability of a novel app for the measurement of change of direction performance. Journal of sports sciences, 37(21), 2420-2424.
  • Krause, D. A., Anderson, S. E., Campbell, G. R., Davis, S. J., Tindall, S. W., & Hollman, J. H. (2020). Responsiveness of a Balance Assessment Using a Mobile Application. Sports Health, 1941738119888656.
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
CONDIVIDI SU
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
ISCRIVITI AI NOSTRI CORSI

I MIGLIORI CORSI PER STUDENTI E LAUREATI IN SCIENZE MOTORIE

Scopri i prossimi corsi e scegli quello che fa per te!

ISCRIVITI AI NOSTRI CORSI

I MIGLIORI CORSI PER STUDENTI E LAUREATI IN SCIENZE MOTORIE

Scopri i prossimi corsi e scegli quello che fa per te!

[MPBOX id=51821 delay=4000]