Analisi osservazionale con il protocollo FMS

Analisi osservazionale con il protocollo FMS 784 359 TRAINING LAB ITALIA

Analisi osservazionale con il protocollo FMS :

valutazione della qualità del movimento e ricerca dei deficit
funzionali negli schemi motori di base, in gruppo di studio sperimentale di 60 soggetti e quattro attività sportive.

Obiettivo dello studio

Il motivo di questo mio lavoro osservazionale è valutare comparativamente quattro attività sportive (Calcio ,Ginnastica artistica,Karate e Tennis) in una certa fascia d’età, attraverso l’uso di un test standardizzato come il Functional Movement Screen (FMS).
Seguendo i protocolli FMS, l’obiettivo dello studio è ricercare quale sia l’attività sportiva delle quattro prese in osservazione, che determini minori deficit di movimento, miglior qualità negli schemi motori di base e minori retrazioni sulle catene cinetiche muscolari.
Per svolgere tale valutazione, è stata utilizzato questa batteria di sette test motori, che riproducendo alcuni schemi motori di base, valuta flessibilità, stabilità e controllo motorio statico e dinamico.

Metodo FMS

Il test FMS è un test di valutazione funzionale, ideato da Gray Cook e Lee Burton nel 1995 per mettere sul mercato uno strumento che miri a determinare il punto debole del movimento di una persona attraverso degli schemi motori.
Il protocollo Functional Movement Screen è stato studiato per individuare i movimenti disfunzionali, ossia individuare facilmente quei movimenti che possono condurre l’insuccesso nel sistema di catene cinetiche .
(McDougall et al.,2012).
L’affidabilità del Functional Movement Screen nella rilevazione dei deficit di movimento,è stata confermata da un recente studio ,che ha dichiarato i valori kappa che vanno da 0,80 a 1,00. (Minick et al.,2009).
Vern Gambetta, dal libro “Athletic Development “, parlando di movimento umano cita la frase che rispecchia l’ideologia del sistema FMS : “il cervello non riconosce i muscoli ma riconosce i movimenti che eseguono i muscoli.
Il Functional Movement Screen riconosce il movimento umano come scindibile in sette
capacità motorie di base che vengono apprese e padroneggiate dalla nascita fino all’età di circa un anno.

Queste sette capacità motorie sono suddivise in:
Capacità di MOBILITA’
-Mobilità delle spalle;
-Mobilità delle anche;
Capacità di STABILITA’
-Stabilità frontale;
-Stabilità rotativa;
Capacità in STAZIONE ERETTA
-Esecuzione di una divaricata sagittale;
-Superamento di un ostacolo in equilibrio;
-Esecuzione di uno squat profondo.
In assenza di queste capacità, il nostro movimento si allontana dal modello ideale e perde in qualità . La valutazione FMS, consiste nell’esecuzione di sette diversi movimenti, ad ognuno dei quali è attribuito un punteggio che va da zero a tre.
Questi sette movimenti richiedono le caratteristiche sia di mobilità che stabilità e sono stati ideati per valutare il movimento umano.
I sette test funzionali dello screen FMS sono :
1) Deep Squat : test dello Squat profondo;
2) Hurdle Step : test del passo ad ostacolo;
3) Inline Lunge : test dell’affondo in linea;
4) Shoulder Mobility : test della mobilità della spalla;
5) Active straight-leg raise : test dell’alzata attiva della gamba tesa;
6) Trunk Stability Push up : stabilità attiva del tronco;
7) Rotary Stability : test della stabilità rotatoria;

Ogni test deve tener conto di determinati criteri, necessari per ottenere una valutazione alta e l’esaminatore dovrà stilare un punteggio mantenendo criticità e attenzione nel valutare ogni schema motorio.
Il punteggio nel Functional Movement Screen si compone di quattro possibilità.
I punteggi vanno da zero a tre, dove tre è il miglior punteggio possibile.

Punteggio 3: individuo che riesce a fare il movimento senza nessuna compensazione secondo i criteri stabiliti;

Punteggio 2: all’individuo che può fare movimenti, ma deve utilizzare semplici modelli meccanici o di compensazione per effettuare il movimento;

Punteggio 1: individuo che non riesce a fare i movimenti senza modelli di compensazione;

Punteggio 0: individuo che sente dolore durante qualsiasi movimento in esame (nel caso in cui il soggetto presenta dolori, il test FMS vieneterminato ed il soggetto verrà valutato da un personale sanitario).

Sul risultato di due votazioni, verrà considerato il voto più basso sul totale. Per quanto riguarda i test che vengono eseguiti, solo 5 richiedono movimenti bilaterali ed allo scopo di analizzare l’asimmetria è necessario registrare il voto per entrambi i lati. Ci sono tre test di conferma (Clearing test) da fare in aggiunta allo screening e che vengono classificati come positivi o negativi. Tutti e tre tengono in considerazione l’elemento dolore che si verifica nel movimento.

Se l’individuo che effettua il movimento ha dolore, allora il test è positivo ; in assenza di dolore il test è negativo.
Naturalmente questo risultato influisce sul punteggio totale per quel particolare test. Se l’esito del test di conferma è doloroso, allora il punteggio da assegnare per tale prova sarà pari a zero .

Popolazione Campione in studio
Il campione in studio è composto da soggetti che svolgono le loro discipline sportive presso enti e associazioni sportive della Provincia di Lucca . Sono stati reclutati soggetti che svolgono discipline sportive dalle caratteristiche diverse come :

Calcio :Il calcio è uno sport di squadra e di situazione.

Ginnastica Artistica : La Ginnastica Artistica è uno Sport tecnico–combinatorio sia di squadra che individuale.

Karate : Il Karate è uno Sport di combattimento , di gioco individuale e di situazione con componente tecnico combinatoria.

Tennis :Il Tennis è uno sport individuale e di situazione.

Per ognuno dei quattro gruppi è stata stabilità una numerosità minima di 10 soggetti.
Il motivo dello studio è di tipo osservazionale e come standardizzazione dello studio sono stati utilizzati i seguenti criteri di inclusione:

• Svolgimento dell’attività motoria minimo da sei anni;
•Età dei soggetti compresa dai 16 ai 20 anni ;
•Esclusione di soggetti con dolorabilità muscolo-tendinea-articolare.
•Esclusione di soggetti che hanno praticato negli ultimi sei anni od in contemporanea altre attività sportive.

Conclusioni

La mia analisi con l’uso del test standardizzato FMS aveva come scopo quello di osservare quattro gruppi di sportivi e ricercare quale fosse lo sport che desse maggior qualità del movimento e minori deficit motori e funzionali.

Lo studio sperimentale indagava come principale documento, quello di ricercare lo sport con la maggior qualità del movimento, data dal lavoro svolto nelle fasi sensibili dove i pattern motori dovrebbero primeggiare ed il bagaglio motorio essere gigantesco.

L’altro elemento chiave ricercato nell’analisi è rappresentato dai deficit funzionali, in particolar modo le asimmetrie, con le componenti di arto dominante-non dominante.

Il gruppo di studio che ha avuto il miglior risultato nella qualità del movimento con il test FMS è risultato il Gruppo Ginnastica Artistica con una media rilevata di 2,78.

Questo gruppo di sportivi manifestava flessibilità eccellente e schemi motori di base al limite della perfezione dato il grande bagaglio motorio avvenuto nello sviluppo motorio.

Il secondo gruppo di sportivi che ha avuto i migliori risultati nella qualità del movimento è stato il Gruppo Karate , dove la media rilevata del test FMS è 2,45.

Il gruppo Karate aveva schemi motori di base eccellenti ,ottima flessibilità ed equilibrio e l’unico risultato negativo è stato il Trunk Stability Push-Up Test, con un risultato medio di 1,88 ,riscontrato soprattutto nel sesso femminile.

Il terzo gruppo di studio analizzato è il Gruppo Tennis, dove è stata riscontrata con il test FMS una qualità del movimento media di 1,91. Il gruppo Tennis ha dato un risultato negativo negli schemi motori di base, nella flessibilità delle catene muscolari e soprattutto nei deficit funzionali di componente asimmetrica, risultando una disciplina ad alta componente asimmetrica.

La componente asimmetrica è stata rilevata nei vari Test quali: Hurdle Step (31,2%),Inline Lunge (25,0%), Shoulder Mobility (43,75%),valore più rilevante dato il risultato insufficiente al Test FMS riscontrato con l’arto superiore non dominante che risulta poco sollecitato nelle componenti di mobilità, stabilità e flessibilità, Active Straight Leg Raise (12,5%) e Rotary Stability (6,25%).

Infine l’ultimo gruppo di studio analizzato è stato il Gruppo Calcio , dove il risultato del test FMS nella qualità del movimento è stato 1,75 ,risultando il peggiore tra i gruppi di controllo. Questo gruppo di studio manifestava scarsa flessibilità della catena posteriore e ridotta mobilità e stabilità delle articolazioni con molti deficit funzionali nella componente asimmetrica.

Il deficit asimmetrico è stato riscontrato il più alto insieme al gruppo Tennis tra i vari gruppi di studio, ed i Test in cui è stato rilevato sono : Hurdle Step (47,37%) con insufficienza al test FMS sull’arto dominante, Inline Lunge (36,84%) con insufficienza al Test FMS sull’arto dominante ,Shoulder Mobility (10,5%),Active Straight Leg Raise (26,32%) con insufficienza al Test FMS soprattutto sull’arto dominante.

Questi dati indicano come questo sport stressi l’arto dominante e come il suo bagaglio motorio sia ristretto, dovuto al mancato sviluppo motorio nelle fasi sensibili di un movimento senza compensi.

In conclusione, la mia indagine risulta un segno di evidenza scientifica in un contesto privo di prove sperimentali e sarà fondamentale nel futuro continuare queste esperienze di valutazione nei soggetti in età evolutiva, per migliorare ogni categoria di sport e aumentare la qualità dei movimenti riducendo i deficit funzionali e motori.

Bibliografia

– M. Boyle, (2010); Avanzamenti nell’allenamento funzionale, Aptos, S. Ciccarelli Editore;

– S. McGill, (2007); Low Back disorders, Canada, Hardcover;

– JJ. MacDougall, (2012); Pain Control,Thuringen, Hans-George Schable;

– G.Cook, L.Burton, (2010 ); Movement: Functional movement system: screening,assessment,corrective strategies; Aptos Usa, Lotus publishing;

-J. Weineck, (2009), L’allenamento ottimale; Perugia; Calzetti e Mariucci;

-Vern Gambetta,(2006),Athletic Development: The Art & Science of Functional Sports

Conditioning; Human Kinetics;

 

Note sull’autore:

Dott.Nicola Benedetti

Laurea Triennale Scienze Motorie Università di Pisa

Studente del corso di Laurea Magistrale Università di Firenze in Scienze e Tecniche dello Sport

Certificazione Internazionale FMS Liv.1-2

Training Lab ITALIA Functional Trainer

Operatore di Metodologie Funzionali Training LAB Italia