Microbiota e attività fisica: l’interazione che il Laureato deve conoscere

Data:

27/02/2019

Indice degli argomenti

Oggi vedremo l’interazione tra il Microbiota e l’Attività Fisica come mezzo low cost per la salute.

Cos’è il microbiota

Con il termine microbiota si fa riferimento a un gran numero di batteri che vivono stabilmente in alcuni dei nostri organi e tessuti, in particolare nel tratto gastrointestinale, che comprende più di 1000 specie ed è talmente rilevante da essere considerato quasi un organo a parte. Batteri che aiutano nel mantenimento dello stato di salute dell’individuo e che hanno funzioni quali la digestione e lo sviluppo del sistema immunitario.

Da uno stato di equilibrio, chiamato eubiosi, si può passare ad una condizione contraria, definita disbiosi, dovuta ad una cattiva alimentazione, a farmaci e ad altri fattori esterni, che compromettono la normale popolazione batterica. 

Sembra essere dovuta proprio a quest’alterazione l’aumentata incidenza di patologie metaboliche, cardiovascolari, infiammatorie, neurologiche, psichiche e oncologiche.

L’influenza del microbiota nella regolazione dell’attività metabolica è oggi riconosciuta con sempre più evidenze a supporto. Sembra esserci infatti, una forte correlazione tra la composizione del microbiota e le alterazioni metaboliche legate all’obesità.

Attività fisica e patologie

L’attività fisica è ormai ben risaputa essere di fondamentale importanza nel trattare numerose patologie, come l’obesità e l’ipertensione.

Da recenti studi si è visto come l’esercizio fisico possa influenzare la composizione del microbiota, arricchendo la diversità della microflora, migliorando così le funzioni metaboliche e immunologiche.

Le evidenze scientifiche

Uno studio condotto nel 2017, metteva a confronto il microbiota di 10 ratti obesi sottoposti ad esercizio fisico, 10 sottoposti a sola restrizione calorica, e 10 sedentari. È stato dimostrato come l’attività fisica abbia influenzato la quantità e la qualità del microbiota dei topi, con i cambiamenti osservati che sembrano essere correlati a miglioramenti delle variabili metaboliche come l’ossidazione dei grassi, la sensibilità insulinica, e la composizione corporea.

A sostegno di tale ricerca, è stato osservato lo stesso risultato in un altro studio svolto su ratti obesi, non obesi e ratti con ipertensione, con cambiamenti nella diversità del microbiota di tutti e 3 i gruppi.

Un altro studio condotto con giocatori di rugby d’élite ha dimostrato che l’esercizio fisico aumenta la diversità della microflora, in particolare tra il Firmicutes phylum (come Faecalibacterium prausnitzii), ed è correlata positivamente inoltre alla quantità di proteine assunte e ai livelli di Creatinchinasi, enzima indicatore del livello di attività fisica motoria.

In un altro studio, della durata di una settimana, è stato confrontato il microbiota di 40 donne con simili caratteristiche antropometriche. A 19 di loro è stato chiesto di svolgere attività fisica per almeno 3 ore a settimana, le altre 21 erano invece sedentarie. Tra i due gruppi non vi erano significative differenze riguardo la quantità e il tipo di macronutrienti da loro consumati.

FIG.1 Differenze tra la quantità di batteri della microflora gastrointestinale di donne sedentarie e attive.
FIG.2
Anche in questo caso, come si evince dalle Fig.1 e 2 è dimostrato come l’attività fisica, quando svolta regolarmente, può influenzare il microbiota, generando un incremento della quantità dei batteri necessari a mantenere un buono stato di salute (Bifidobacterium spp, R. hominis, A. muciniphila and F. prausnitzii).

Conclusioni

Concludendo, possiamo affermare che l’attività fisica sia una strategia low-cost che permette di prevenire numerose malattie.

Data la relazione che esiste tra il microbiota, il sistema immunitario e il coinvolgimento di quest’ultimo in diverse malattie, è fondamentale sapere quali fattori possono modificare il microbiota, e l’esercizio fisico sembra essere proprio uno di essi.

Intervenire sul microbiota modificando le abitudini alimentari e l’attività fisica potrebbe essere quindi uno strumento per prevenire determinate patologie e migliorare lo stato di salute degli individui.

Silvia Capozza
Note sull’autore
Laurea Triennale in Scienze delle Attività Motorie e Sportive con Lode Università di Bari
Certificazione Functional Trainer Training Lab Italia
Articolista Training Lab Italia

Il Laureato in Scienze Motorie è un professionista competente e qualificato, in grado di adattare l’attività fisica alle patologie del suo cliente. Parleremo anche di questo nel prossimo Corso Personal Training. Se non ti sei già iscritto, fallo ora!

Bibliografia

ISCRIVITI AI NOSTRI CORSI

I MIGLIORI CORSI PER STUDENTI E LAUREATI IN SCIENZE MOTORIE

Scopri i prossimi corsi e scegli quello che fa per te!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Informativa ex art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016

Newsletter

Questa informativa ha la finalità di fornire all'utente le informazioni relative al trattamento dei dati forniti per l’iscrizione alla newsletter del sito web traininglab-italia.com in conformità all' art. 13 del Regolamento Europeo n. 679/2016.

1. Titolare del trattamento

Titolare del trattamento è Asso srl con sede legale in Ragusa, via Marzabotto 32 - mail amministrazione@formability.eu , P.I. 01670840881

2. Responsabile esterno del trattamento

Con riferimento al solo indirizzo email dell’utente, responsabile del trattamento è MailerLite., che può essere contattato all’indirizzo email info@mailerlite.com

3. Finalità del trattamento dei dati

I dati personali raccolti dal titolare del titolare del trattamento sono finalizzati a fornire all'utente il servizio di newsletter del sito traininglab-italia.com

4. Base giuridica del trattamento

Il trattamento dei dati personali dell’utente avviene lecitamente ove: − è basato sul consenso dell'interessato

5. Conservazione dei dati

I Suoi dati personali, oggetto di trattamento per le finalità sopra indicate, saranno conservati per tutta la durata dell’iscrizione alla newsletter.

6. Comunicazione dei dati

Per la gestione e l’invio della newsletter, i Suoi dati personali (solo l’ indirizzo email) potranno essere comunicati a: - MailerLite: un servizio di gestione indirizzi e invio di messaggi email fornito da The Remote Company. (privacy policy https://www.mailerlite.com/legal/privacy-policy ); In caso di comunicazione dei dati a MailerLite, i dati personali dell’Utente potrebbero essere trasferiti in un paese diverso da quello in cui l’Utente si trova, anche negli Stati Uniti. MailerLite aderisce al EU-U.S. Privacy Shield.

7. Diritti dell’interessato

Tra i diritti riconosciuti agli interessati dal Regolamento UE n. 679/2016 rientrano quelli di: - chiedere l’accesso ai dati personali raccolti ed alle informazioni ad essi relative; - chiedere la rettifica dei dati inesatti o l’integrazione di quelli incompleti; - chiedere la cancellazione dei propri dati personali nelle ipotesi previste dall’art. 17, paragrafo 1 del Regolamento UE n. 679/2016; - chiedere la limitazione del trattamento dei dati dell’utente nelle ipotesi previste all’art. 18, paragrafo 1 del Regolamento UE n. 679/2016; - chiedere ed ottenere che i dati personali dell’utente trattati in modo automatizzato e acquisiti con il consenso dell'interessato o sulla base di un contratto stipulato con l'interessato siano forniti a quest’ultimo in un formato strutturato e leggibile da dispositivo automatico, anche al fine di comunicare tali dati ad un altro titolare del trattamento (diritto alla portabilità dei dati); - opporsi in qualsiasi momento al trattamento dei propri dati personali nelle ipotesi previste dall’art. art. 21 del Regolamento UE n. 679/2016. - revocare in qualsiasi momento il consenso, ma solo nell’ipotesi i cui il trattamento sia basato sul consenso per una o più finalità e riguardi dati personali comuni (come data e luogo di nascita o luogo di residenza) ovvero categorie particolari di dati (come origine razziale, opinioni politiche, convinzioni religiose, stato di salute o vita sessuale); - proporre reclamo a un’autorità di controllo e per l’Italia all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali (www.garanteprivacy.it).

8. Modalità del trattamento

Il trattamento viene effettuato attraverso strumenti elettronici, per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per i quali i dati sono stati raccolti e, comunque, in conformità alle disposizioni normative vigenti in materia.

9. Conseguenze della mancata comunicazione dei dati personali

Il mancato conferimento dei dati richiesti all'interno del modulo newsletter comporta l'impossibilità di ricevere il servizio.

CONDIVIDI SU
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
ISCRIVITI AI NOSTRI CORSI

I MIGLIORI CORSI PER STUDENTI E LAUREATI IN SCIENZE MOTORIE

Scopri i prossimi corsi e scegli quello che fa per te!

3 ORE E 45 MINUTI DI FORMAZIONE, COMPLETAMENTE GRATUITA, PER TE!

Lasciaci la tua mail e ti invieremo il link segreto per essere tra coloro che alzeranno ancora un po’, anche oggi, l’asticella.

Informativa ex art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016

Newsletter

Questa informativa ha la finalità di fornire all'utente le informazioni relative al trattamento dei dati forniti per l’iscrizione alla newsletter del sito web traininglab-italia.com in conformità all' art. 13 del Regolamento Europeo n. 679/2016.

1. Titolare del trattamento

Titolare del trattamento è Asso srl con sede legale in Ragusa, via Marzabotto 32 - mail amministrazione@formability.eu , P.I. 01670840881

2. Responsabile esterno del trattamento

Con riferimento al solo indirizzo email dell’utente, responsabile del trattamento è MailerLite., che può essere contattato all’indirizzo email info@mailerlite.com

3. Finalità del trattamento dei dati

I dati personali raccolti dal titolare del titolare del trattamento sono finalizzati a fornire all'utente il servizio di newsletter del sito traininglab-italia.com

4. Base giuridica del trattamento

Il trattamento dei dati personali dell’utente avviene lecitamente ove: − è basato sul consenso dell'interessato

5. Conservazione dei dati

I Suoi dati personali, oggetto di trattamento per le finalità sopra indicate, saranno conservati per tutta la durata dell’iscrizione alla newsletter.

6. Comunicazione dei dati

Per la gestione e l’invio della newsletter, i Suoi dati personali (solo l’ indirizzo email) potranno essere comunicati a: - MailerLite: un servizio di gestione indirizzi e invio di messaggi email fornito da The Remote Company. (privacy policy https://www.mailerlite.com/legal/privacy-policy ); In caso di comunicazione dei dati a MailerLite, i dati personali dell’Utente potrebbero essere trasferiti in un paese diverso da quello in cui l’Utente si trova, anche negli Stati Uniti. MailerLite aderisce al EU-U.S. Privacy Shield.

7. Diritti dell’interessato

Tra i diritti riconosciuti agli interessati dal Regolamento UE n. 679/2016 rientrano quelli di: - chiedere l’accesso ai dati personali raccolti ed alle informazioni ad essi relative; - chiedere la rettifica dei dati inesatti o l’integrazione di quelli incompleti; - chiedere la cancellazione dei propri dati personali nelle ipotesi previste dall’art. 17, paragrafo 1 del Regolamento UE n. 679/2016; - chiedere la limitazione del trattamento dei dati dell’utente nelle ipotesi previste all’art. 18, paragrafo 1 del Regolamento UE n. 679/2016; - chiedere ed ottenere che i dati personali dell’utente trattati in modo automatizzato e acquisiti con il consenso dell'interessato o sulla base di un contratto stipulato con l'interessato siano forniti a quest’ultimo in un formato strutturato e leggibile da dispositivo automatico, anche al fine di comunicare tali dati ad un altro titolare del trattamento (diritto alla portabilità dei dati); - opporsi in qualsiasi momento al trattamento dei propri dati personali nelle ipotesi previste dall’art. art. 21 del Regolamento UE n. 679/2016. - revocare in qualsiasi momento il consenso, ma solo nell’ipotesi i cui il trattamento sia basato sul consenso per una o più finalità e riguardi dati personali comuni (come data e luogo di nascita o luogo di residenza) ovvero categorie particolari di dati (come origine razziale, opinioni politiche, convinzioni religiose, stato di salute o vita sessuale); - proporre reclamo a un’autorità di controllo e per l’Italia all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali (www.garanteprivacy.it).

8. Modalità del trattamento

Il trattamento viene effettuato attraverso strumenti elettronici, per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per i quali i dati sono stati raccolti e, comunque, in conformità alle disposizioni normative vigenti in materia.

9. Conseguenze della mancata comunicazione dei dati personali

Il mancato conferimento dei dati richiesti all'interno del modulo newsletter comporta l'impossibilità di ricevere il servizio.